HomeWebCam & MeteoGallerieDoveContattiRegistrati3P BlogPubblicitàLinks3P SMSPrenota


CERCATE NEL BLOG

IL BLOG DI 3PONTI        
Colline Livornesi Da Pian dei Lupi a Poggio Serre passando per Monte Pelato   09/03/2011
PRENOTA LA GITA
Domenica 13 Marzo 2011
Colline Livornesi
Da Pian dei Lupi a Poggio Serre passando per Monte Pelato
Luogo e ora di ritrovo: parcheggio della "pinetina" sul Viale della
Libertà, di fronte al parcheggio ATL ore 9:30 oppure direttamente a
Località Pian dei Lupi ore 10:30 ( leggi il programma per le
indicazioni stradali )
Mezzo di trasporto: mezzi propri
Percorrenza totale: 8.3 Km
Dislivello totale: circa 200 metri
Tempo di cammino: 4 ore circa
Difficoltà: media/facile
Costi assicurazione: € 3,50 (€ 1,50 per i soci WWF) da pagare sul
posto al capo gita referente
Altri costi: nessuno
Pranzo: al sacco
Rientro previsto: ore 17
Numero massimo partecipanti: 30
Termine iscrizioni: Sabato 12 Marzo ore 12
PROGRAMMA:
Sulla provinciale SP11, circa a metà strada tra Nibbiaia e Castelnuovo Misericordia, ad un certo punto troviamo un
grande spiazzo sulla sinistra e, sulla destra, il cartello dell' "Agriturimo Pian dei Lupi". Qui lasciamo i nostri mezzi di
trasporto lungo la strada o nelle piazzole disponibili.
In questa località in anni recenti sono stati scoperti i resti di una cinta muraria facente parte di una necropoli di età tardo
etrusca (III-I sec. A.C). Vengono descritti pozzetti per l'inumazione delle salme ed olle per il contenimento delle ceneri
e del corredo funerario. Non visiteremo la necropoli che purtroppo non è stata resa accessibile al pubblico e risulterebbe
quindi anche di difficile individuazione tra le piante e le rocce del Monte Carvoli. Per chi fosse interessato una
ricostruzione di una delle tombe qui ritrovate assieme al ricco corredo funerario è comunque visibile presso il museo
civico archeologico di Rosignano Marittimo.
L'escursione si snoda lungo un crinale collinare adibito in parte a pascolo che ci consente di godere un'ottima vista a
tratti sul mare ed a tratti sulla via Emilia e la pianura pisana fino al lago di Santa Luce. Lungo il sentiero principale
arriviamo alla deviazione per Monte Pelato. Iniziamo la salita e dopo poco ci troviamo a camminare su un sentierino
ricavato lungo un affioramento roccioso molto caratteristico e panoramico. In poco tempo raggiungiamo la sommità del
poggio dalla quale si gode una bellissima vista a 360 gradi su tutte le colline livornesi, il mare, le colline pisane ed a
sud Rosignano Marittimo. Dopo una breve sosta contemplativa iniziamo la discesa per tornare su sentiero principale.
Proseguiamo lungo il sentiero verso Poggio Le Serre dove si trova un rudere di una casa contadina e poco distante un
bellissimo laghetto con acque pulite e profonde. Ci fermiamo per consumare il pranzo al sacco e goderci ancora per un
po' la bellezza di questo luogo. Riprendiamo verso SUD diretti ad un secondo rudere (Case le Bucacce) con un
piccolo stagno probabilmente usato per abbeverare un gregge di pecore. Ci troviamo ormai verso il confine sud dei
Monti Livornesi molto vicino al borgo di Rosignano Marittimo del quale godiamo una ottima vista da questo punto di
osservazione. Riprendiamo la via del ritorno percorrendo un sentiero boschivo molto coperto da vegetazione e
suggestivo che ci riporterà sul sentiero principale alla base del Monte Pelato. Torniamo per un breve tratto sui nostri
passi per poi prendere una deviazione al sentiero principale che ci porta verso l'"Agriturismo Pian dei Lupi". Siamo
quasi alla fine del nostro percorso e per chi lo desidera sarà possibile effettuare una sosta all'agriturismo, consumare
uno spuntino ed eventualmente acquistare dei prodotti locali. Dopo la sosta un breve tratto di strada sterrata ci riporta ai
mezzi sulla provinciale SP11 dove prevediamo di arrivare entro le ore 17.
Commenti (2)

Colline Livornesi – dal Limoncino all' eremo della Sambuca   20/01/2011
PRENOTA LA GITA
Domenica 23 Gennaio 2011
Colline Livornesi – dal Limoncino all' eremo della Sambuca

Luogo di ritrovo: parcheggio della "pinetina" sul Viale della
Libertà a Livorno, di fronte al parcheggio ATL
Orario di ritrovo: ore 9:15
Mezzo di trasporto: auto disponibili fino al bar posto in Via
della Valle Benedetta in località Limoncino
Dislivello totale: 200 m
Tempo di cammino: 3-4 ore circa
Difficoltà: Sentiero classificato T (Turistico). Il percorso è
adatto alle persone con un minimo di preparazione fisica
Costi assicurazione: € 3,5 (€ 1,5 per i soci WWF)
Pranzo: al sacco
Rientro previsto: ore 15-16
Numero massimo partecipanti: 25

PROGRAMMA:

Il WWF Livorno organizza un'escursione nel Parco della Foresta della Valle Benedetta nelle Colline Livornesi, presso l'area esterna circostante l' Eremo della Sambuca.

PERCORSO:

La gita proposta è un classico delle colline livornesi, meta irrinunciabile di chi voglia passare una giornata nella natura nel verde della foresta della Valle Benedetta.
La strada da percorrere per arrivare all'inizio del sentiero è la Via del Levante fino alla rotatoria de La Leccia che va superata proseguendo dritto sulla strada che porta verso la Valle Benedetta.
Dopo circa un chilometro e mezzo, in località Limoncino, lasceremo le auto presso un bar posto sulla destra della strada: da lì avrà inizio la gita. Si attraversa la strada e si scende sul suo lato sinistro dove la via si presenta inizialmente per poche decine di metri asfaltata, dopodiché diventerà sterrata e comincerà a prendere l'aspetto di un sentiero carrozzabile abbastanza ben tenuto. Si sale così verso località Le Vallicelle, percorso amato dai mountain bikers che però non dovrebbero essere presenti in numero tale da arrecare fastidio e si prosegue sul panoramico sentiero a tratti ombreggiato da pini e alta macchia mediterranea. Dopo una discreta salita si arriva in uno spiazzo piano aperto, crocevia di altri sentieri dove sarà possibile sostare (c'è anche un tavolo con sedute) ed eventualmente ricompattare il gruppo. Si ripartirà, sempre in salita, puntando verso la vetta della Valle Benedetta prendendo il sentiero che piega a destra, ma dopo un centinaio abbondante di metri, giunti in prossimità di due abitazioni, lo si abbandona per prendere la deviazione a sinistra che, prima in piano poi in discesa, conduce all'Eremo della Sambuca. La favorevole posizione dell'ex romitorio potrà consentire la sosta per il pranzo e l'ammirazione della vegetazione circostante oltre ad esplorare le rive dell'adiacente limpido ruscello che i frati usavano per il loro approvvigionamento idrico. Nell'eventualità che il gruppo abbia avuto un'andatura tale da giungere in anticipo sui tempi al romitorio, potremo pranzare ai successivi tavoli da pic-nic posti presso la ex sede delle guardie forestali posta come sotto indicato oppure su quelli situati dopo poche centinaia di metri dalla casa. Di seguito rotta verso la casa delle guardie forestali, cascinale ben ristrutturato e attualmente dato in uso ai boy scout dell'AGESCI che ne curano la manutenzione e
presso cui è possibile fare grigliate all'aperto e ribotte varie. Il sentiero qui è molto grande ed immerso in un verde che nelle stagioni più appropriate dà uno spettacolo di colori unico. Arrivati alla sommità della collina del Poggio Corbolone, si piega sulla sinistra e si percorre un breve tratto in salita, dopodiché la strada ricomincia a scendere e dopo un altro bel tratto sotto le fitte alberature del bosco, si arriva alla Fattoria di Limone che prelude alla conclusione del percorso. La parte conclusiva è su una strada vicinale asfaltata che costeggia prima l'incriminata discarica, poi una serie di preselle di terreno oggetto di una vecchia lottizzazione, dopodiché potremo ammirare il mare sullo sfondo del paesaggio. Al termine di questa strada ci ritroviamo sulla Via della Valle Benedetta, poche centinaia di metri prima (verso la città di Livorno) rispetto al bar da dove siamo partiti, dovremo quindi ritornare lungo la strada verso Limoncino per il recupero delle auto. Fine della gita, saluti e arrivederci alla prossima.
"Spero che vi piaccia e che il tempo ci si sia amico"
Commenti (9)

Natura e castagne   09/11/2010
Data Difficoltà
14/11 media
Programma della gita

Luogo di ritrovo: parcheggio della "pinetina" sul Viale della Libertà, di fronte al parcheggio ATL
Orario di ritrovo: ore 7.45
Mezzo di trasporto: auto disponibili
Dislivello totale: 225 m
Tempo di cammino: 3 ore circa
Difficoltà: si richiede ai partecipanti una discreta forma fisica per affrontare un percorso non difficile se non in alcuni punti dove il terreno può essere scivoloso (dovuto alla stagione) o sconnesso
Costi assicurazione: € 3,5 (€ 1,5 per i soci WWF)
Pranzo: al sacco
Rientro previsto: ore 19
Numero massimo partecipanti: 30

PROGRAMMA:
Il WWF Livorno vi invita a partecipare alla gita nella zona di Alpe S. Antonio (sopra Molazzana nella Garfagnana) che abbinerà una camminata nei boschi circostanti con una visita guidata ad un metato e un mulino ad acqua entrambi attualmente in uso per l'essiccazione e la macinatura delle castagne per la produzione della farina di castagne o neccio. Saremo accompagnati da un esperto locale che ci spiegherà tutte le fasi della lavorazione di questo squisito frutto autunnale.

PERCORSO:
La passeggiata partirà dalla località Peritano di Sotto (825m.) per arrivare a Colle Panestra (960m.). Siamo ai piedi della Pania della Croce e la Pania Secca, e anche nel territorio molto amato e spesso citato dallo scrittore Fosco Maraini, dove passava molto tempo negli ultimi anni della sua vita e dove è sepolto. A Colle Panestra si esce brevemente dal bosco per poi raggiungere la strada sterrata di Piglionico (1050m.) da dove parte il sentiero verso il Rifugio Rossi. Il nostro percorso, invece, lungo la strada sterrata, ci riporterà a chiudere l'anello scendendo attraverso i boschi di faggi e castagni per tornare al punto di partenza.

ACCENNO STORICO:
Più di mille anni fa, per far fronte al crescente incremento demografico, in vaste aree incolte sono stati piantati dei castagni, e presto la castagna, è diventata la fonte principale di nutrimento per la popolazione. Infatti il castagno è anche conosciuto come l'albero del pane.
Il metato è la costruzione rustica eretta nel luogo di raccolta delle castagne e usata per l'essiccazione. L'ambiente del metato è diviso a metà altezza da un solaio a stecche di legno poste una vicino all'altra, il "canniccio" o "graticcio", sopra il quale vengono stese le castagne. Sotto si fa un fuoco leggero, senza fiamma, con ciocchi di castagno e/o i gusci delle castagne. Il fumo, salendo attraverso le castagne, le asciuga lentamente, per circa 40 giorni, rendendole pronte per la sgusciatura e la macinatura.
Nella sola Garfagnana sino agli anni '50 i metati erano più di 7000, mentre i mulini, per la macinatura delle castagne secche, circa 250. Dalla fine degli anni '50, la coltivazione del bosco di castagno ha subito un forte regresso durante il quale si è assistito allo spopolamento della montagna, al cambiamento delle abitudini alimentari ed all'abbandono di molti metati. Negli ultimi anni, tuttavia, tanti metati sono stati ripristinati nell'ottica di una valorizzazione delle tradizioni rurali e montane, e la 'riscoperta' delle bontà del passato.

[ Prenota ora ! Segui il link e seleziona l'evento NEC]

Per ulteriori modalità di prenotazione scarica sotto il programma dettagliato in pdf.

Scarica il programma dettagliato
ProgrammaNEC.pdf (268.44 KB)

Commenti (8)

Colline Livornesi - La Valle del Chioma   04/11/2010
Data Difficoltà
Dal 07/11 al 07/11 facile
Programma della gita

Luogo di ritrovo: Castel Boccale
Orario di ritrovo: ore 10
Mezzo di trasporto: auto + bus
Dislivello totale: circa 300 mt
Tempo di cammino: 3½ - 4 ore
Difficoltà: facile/media
Costi assicurazione: € 3,5 (€ 1,5 per i soci WWF)
Costi biglietti: 1 Euro per servizio ATL Chioma->Boccale
Pranzo: al sacco o presso agriturismo "Erba di Campo"
Rientro previsto: ore 16-16:30
Numero massimo partecipanti: 30

PROGRAMMA: la sezione WWF di Livorno organizza una agevole passeggiata, su uno dei percorsi delle nostre colline, in parte allo scoperto e quindi con panorama della costa e delle isole dell'arcipelago e in parte all'interno di un bosco di lecci e macchia mediterranea (dovremmo trovare arbusti di corbezzoli con i gustosi frutti maturi in questa stagione). Il percorso è abbastanza facile e non richiede una particolare preparazione fisica. Sono normalmente presenti alcuni tratti molto fangosi (ma aggirabili lungo i margini del sentiero) causa l'impermeabilità del suolo. Dal Boccale (luogo di ritrovo) all'agriturismo si consideri un tempo di percorrenza di circa 1½ ore. Sosta all'agriturismo dove il gestore sig. Antonio ci intratterrà sulla ippoterapia e sulle possibilità di turismo a cavallo nella nostra zona. Infatti annessa all'agriturismo Erba di campo ha sede l'associazione sportiva equestre Il Salice dove sono permanentemente alloggiati una decina di cavalli utilizzati per scuola di equitazione e per passeggiate .
Chi lo desidera potrà anche richiedere un pasto caldo presso il locale ristorante annesso, evitando così di consumare il pranzo con il classico 'panino' (a tal proposito sarebbe utile sapere con una certa approssimazione quanti optano per questa possibilità). Come semplice indicazione il costo per un primo con un bicchiere di vino ed il caffè è di 10 €, per diverso menù ci si accorda con il gestore.
Dopo la chiacchierata con Antonio e dopo pranzo si riprende la via di discesa verso Chioma con un percorso agevole (tempo di discesa circa 1½ - 2 ore). C'è solo un piccolo guado di un ruscello prima di arrivare nella valle del Chioma. Si prosegue la strada fino ad arrivare sull'Aurelia dove si aspetta l'autobus blu dell'ATL che ci riporta al Boccale (dove abbiamo lasciato le auto) o fino in città per chi è venuto all'appuntamento con mezzi pubblici. Il biglietto è quello normale di percorso urbano da 1 euro.
Si consiglia il solito abbigliamento da passeggiata: sportivo, con scarpe da trekking, mantella/giubbotto impermeabile , acqua e cibo.

Referente: Andrea 349 0743523

[ Prenota ora ! Segui il link e seleziona l'evento CVC ]

Per ulteriori modalità di prenotazione scarica sotto il programma dettagliato in pdf.

Scarica il programma dettagliato
Programma CVC.pdf (464.12 KB)

Commenti (15)


1   >>  
Argomenti
METEO&CLIMA
POLITICA
ENERGIA AMBIENTE & SOSTENIBILITA'
PETROLIO
::SERVIZI VIA SMS::
L'Italia e i suoi Capitalisti
Gite WWF
Archivio
2011
2010
2009
2008
2007
Marzo 2011
Gennaio 2011
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Giugno 2010
Giugno 2009
Ottobre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Gennaio 2008
Novembre 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007

 © 3Ponti.it Sole Mare e Vento, Energia Sport e Divertimento. Servizi SMS di qualità a prezzi bassissimi.
Disclaimer: 3ponti.it declina ogni responsabilita', diretta e indiretta, nei confronti degli utenti e in generale di qualsiasi terzo,
dall'utilizzo che viene fatto dei dati presenti su questo portale. Ciò che viene inserito dagli Utenti, è da ritenersi sotto la Loro responsabilità.
Il portale 3ponti.it fa parte del network di maxgrafica P.I. 01879990461
Copyright | Privacy | Responsabilità | Accessibilità |